La potente Novena a san Michele Arcangelo

E’ bene premettere che le “Novene”, i Tridui, la richiesta di grazie, non possono esimersi dal perseguire una vita votata alla conversione a Cristo, anche alla penitenza, ai personali sacrifici. Il concetto di “gratuità” non sta nel fatto che noi chiediamo e, automaticamente riceviamo ciò che chiediamo. La gratuità è data dal fatto che noi, a causa del Peccato, non meriteremmo nulla e nulla possiamo rivendicare – altro che diritti – mentre, gratuitamente il Signore Dio ha fatto e fa sempre la prima mossa, ci viene incontro (ecco la gratuità), ci ascolta, e sa cosa è bene per noi. La preghiera di Gesù nel Getsemani, sia il modo, sia l’intenzione è da fare propria.

Dunque, tutte queste Preghiere e queste Novene, come insegna la Chiesa, sono prettamente legate alla vita SACRAMENTALE. Non sono filastrocche, canzoncine, diversivi, superstizioni… Durante queste Preghiere è fondamentale confessarsi…. vivere senza peccato mortale, accostarsi all’Eucaristia in stato di grazia il più frequentemente possibile, Adorare Gesù nel Tabernacolo ogni volta che si può, adoperarsi nella vera carità, sforzarsi di condurre una vita amando e perseguendo tutti e Dieci i Comandamenti, tutta la Legge naturale di Dio. San Padre Pio da Pietrelcina, ci insegna questa grande Devozione e come viverla, cliccare qui.

Dalle promesse di San Michele Arcangelo a chi recita quotidianamente questa Preghiera.
In una sua apparizione alla Serva di Dio Antônia d’Astonoac in Portogallo, l’Arcangelo dichiarò che desiderava che si facessero nove saluti corrispondenti ai nove cori angelici, che avrebbero consistito nella recita di un Padre Nostro e tre Ave Maria in onore di ciascuno di questi cori. Chi volesse ascoltare ottime catechesi, cliccare qui per la diretta a Radio Buon Consiglio.

Senza fare ora qui un trattato di angelologia, è necessario specificare cosa sono questi 9 Cori. 

I primi tre livelli vedono e adorano Dio direttamente:

  • I Serafini, il coro più elevato, comprendono Dio con la massima chiarezza, e quindi il loro amore è il più ardente (“Serafino” significa “colui che arde”). Lucifero (“Portatore di luce”) era uno di loro. È per questo che è ancora molto potente e pericoloso.
  • Anche i Cherubini contemplano Dio, ma meno in Sé che nella sua Provvidenza (“Cherubino” significa “pienezza di saggezza”).
  • I Troni contemplano il potere e i giudizi di Dio (i troni simboleggiano il potere giudiziale, giuridico).
  • I successivi tre cori realizzano i progetti provvidenziali di Dio per l’universo:
  • Le Dominazioni o “domini” (“autorità”) comandano gli angeli inferiori posti sotto di loro.
  • Le Virtù ricevono gli ordini dalle dominazioni e “gestiscono” l’universo, per così dire, soprattutto i corpi celesti (per “virtù” si intende potere, forza, o energia).
  • Le Potestà servono le virtù lottando contro le influenze maligne che si oppongono al progetto provvidenziale delle virtù.
  • Gli ultimi tre cori ordinano direttamente le questioni umane:
  • I Principati si prendono cura dei principati terreni, ovvero città, Nazioni e regni.
  • Gli Arcangeli (come Gabriele) portano agli uomini  importanti messaggi di Dio. Gli Arcangeli riconosciuti dalla Chiesa sono solo tre e li troviamo nella Bibbia: san Michele, san Gabriele e san Raffaele, efficace per ricevere guarigioni e protezione durante le infermità.
  • Gli Angeli ordinari sono gli “Angeli Custodi”, uno per ogni individuo, così come gli Angeli mandati per la Nazione, come è spiegato nelle Apparizioni di Fatima.

Questo ordine tradizionale degli angeli è una scelta Cattolica riconosciuta dalla Tradizione della Chiesa, ed è riportata nel Catechismo della Chiesa. San Tommaso d’Aquino, Dottore della Chiesa e il più grande teologo insuperato, è stato lui a “trovare” questi Cori diversi di Angeli nel corso della Scrittura e ha cercato un modo coerente di organizzarli. L’Aquinate dedica un’intera questione nella sua Summa Theologiae a questo studio specifico, e la Chiesa lo ha accolto e fatto proprio.

Infine: chi sono i “Sette Spiriti” citati in Apocalisse  1,4;  3,1;  4,5 e 5,6.

La Scrittura non offre molte specifiche indicazioni tuttavia, seguendo anche i ragionamenti di san Tommaso d’Aquino,  i Sette Spiriti di Dio, sembrerebbero essere proprio il simbolo per indicare lo Spirito Santo dal quale ci vengono dati i famosi “Sette Doni”. Infatti, la Bibbia, e in particolare il libro dell’Apocalisse, usa il numero 7 per riferirsi alla perfezione e al completamento. Più che riferirsi a “sette spiriti”, in realtà, si parlerebbe così  di un solo Spirito con le perfezioni di cui il numero è  il simbolo, e per noi sono i Doni dello Spirito Santo, di quelle qualità che provengono da Dio stesso e che la Chiesa ha preso da Isaia 11,2 ed inserite nel Sacramento della Cresima:

  • (1) Spirito di Sapienza,
  • (2) Spirito di Intelletto,
  • (3) Spirito di Consiglio,
  • (4) Spirito di Fortezza,
  • (5) Spirito di Scienza,
  • (6) Spirito di pietà,
  • (7) Spirito del sacro Timor di Dio.

E veniamo alla Preghiera.

Come ricompensa a chi gli avesse reso questo culto, san Michele Arcangelo promise un corteo di Nove Angeli per tutta la vita ogni volta che si fosse accostato all’Eucaristia, e dopo la morte la liberazione dal Purgatorio per quella persona e i suoi familiari.
La devozione crebbe e si diffuse tanto che venne approvata da molti vescovi e perfino da Papa Pio IX, che la arricchì di indulgenze l’8 agosto 1851, e da Leone XIII che approvò l’Associazione Milizia san Michele per la sua divulgazione.

Esiste una coroncina fatta apposta per questa Novena, ma se ne può fare a meno, basta seguire lo schema qui riportato.

si recita così:
+ Segno della Croce
Sul crocifisso si dice:
O Dio, vieni a salvarmi.
Signore, vieni presto in mio aiuto.
Gloria al Padre…e si recita il Credo nella forma breve.

Io credo in Dio Padre onnipotente,
Creatore del cielo e della terra;
e in Gesù Cristo, suo unico Figlio,
nostro Signore,
il quale fu concepito di Spinto Santo,
nacque da Maria Vergine,
patì sotto Ponzio Pilato,
fu crocifisso, morì e fu sepolto;
discese all’inferno;
il terzo giorno risuscitò da morte;
salì al cielo, siede alla destra di Dio Padre onnipotente,
di là verrà a giudicare i vivi e i morti.
Credo nello Spirito Santo,
la santa Chiesa cattolica,
la comunione dei santi,
la remissione dei peccati,
la risurrezione della carne,
la vita eterna. Amen.

Poi, lasciando per la fine i quattro grani che seguono la medaglia, si prende il primo grano grande del Rosario e si recita il primo saluto.

1° Per intercessione di San Michele e del coro celeste dei Serafini,  Ti domandiamo che Tu voglia accendere il nostro cuore con le fiamme del santo amore e che per mezzo Tuo possiamo spregiare i lusinghieri inganni dei piaceri del mondo. Per Cristo nostro Signore. Così sia.
Un Padre Nostro e tre Ave Maria.

2° Per intercessione di San Michele e del coro celeste dei Cherubini, Ti domandiamo che Tu ti ricordi di noi, specialmente quando saremo assaliti dalle suggestioni del demonio infernale, così col Tuo aiuto, divenuti vincitori di Satana, facciamo di noi stessi un intero olocausto a Dio nostro Signore. Per Cristo nostro Signore. Così sia.
Un Padre Nostro e tre Ave Maria.

3° Per intercessione di San Michele e del coro celeste dei Troni, Ti supplichiamo di non permettere che noi, Tuoi fedeli, siamo oppressi dagli spiriti infernali, né da infermità. Per Cristo nostro Signore. Così sia.
Un Padre Nostro e tre Ave Maria.

4° Per intercessione di San Michele e del coro celeste delle Dominazioni, umilmente  in terra prostrati Ti supplichiamo: difendi il Cristianesimo in ogni sua necessità, guida e proteggi il sommo Pontefice nella Fede e nella carità, difendete la santa Chiesa di Cristo da ogni insidia e ostilità. Per Cristo nostro Signore. Così sia.
Un Padre Nostro e tre Ave Maria.

5° Per intercessione di San Michele e del coro celeste delle Virtù, Ti domandiamo che Tu voglia liberare noi, tuoi servi, dalle mani dei nostri nemici sì occulti, come palesi; liberaci dai falsi testimoni, libera dalle discordie questa Nazione ed in particolare questa città dalla fame, dalla peste, dalla guerra; liberaci anche da folgori, tuoni, terremoti e inondazioni: cose queste che il Drago dell’inferno è solito usare e provocare a nostro danno. Per Cristo nostro Signore. Così sia.
Un Padre Nostro e tre Ave Maria.

6° Per intercessione di San Michele e del coro delle Potestà, Ti scongiuriamo che Tu voglia provvedere alle necessità di noi tuoi servi, di questa Nazione ed in particolare di questa città: offri ad essa saggi governanti amanti della Patria e timorati di Dio, rendi la sua terra fertile e feconda per l’alimento quotidiano, così come per ricchezza di vocazioni sacerdotali, offri ad essa la pace e la concordia, nel santo timor divino. Per Cristo nostro Signore. Così sia.
Un Padre Nostro e tre Ave Maria.

7° Per intercessione di San Michele e del coro celeste dei Principati, supplichiamo che Tu voglia liberare noi tuoi servi, dalle insidie che Satana muove contro le nostre Famiglie. Liberatele dalle calamità, dalle discordie, dalle divisioni, dalle malattie e dalle infermità spirituali. Per Cristo nostro Signore. Così sia.
Un Padre Nostro e tre Ave Maria.

8° Per intercessione di San Michele e del coro celeste degli Arcangeli, supplichiamo l’assistenza Celeste nel momento della nostra morte, la perseveranza finale, l’agonia sacramentale e, quando saremo per esalare l’anima,sotto la Vostra potente intercessione e rimanendo vincitori, ci sia concesso di giungere a godere la Divina Bontà, con tutta la schiera dei Santi Per Cristo nostro Signore. Così sia.
Un Padre Nostro e tre Ave Maria.

9° Per intercessione di San Michele e del coro celeste degli Angeli e di tutti i Nove Cori, con la Chiesa trionfante e militante, invochiamo e supplichiamo  che possiate custodire e patrocinare noi, Vostri devoti, con tutti i nostri familiari, benefattori e quanti si sono raccomandati alle nostre preghiere affinché, sotto la Vostra protezione e vivendo in modo santo, possiamo godere i benefici promessi. Per Cristo nostro Signore. Così sia.
Un Padre Nostro e tre Ave Maria.

 

Nei quattro grani dopo la medaglia si recitano 4 Padre Nostro, uno in onore di ciascuno di questi Arcangeli: San Michele, San Gabriele, San Raffaele e all’Angelo custode. Si chiude con 3 Gloria al Padre alla Santissima Trinità…. in onore dei “sette” Spiriti che stanno accanto al Trono di Dio per servirLo.

 

 

  • San Michele Arcangelo, difendici nella lotta, sii il nostro aiuto contro la malvagità e le insidie del maligno. Salvaci dalla perdizione eterna.

Il Rosario di San Michele termina con queste preghiere:

O glorioso Principe, San Michele, capo della milizia celeste, fedelissimo guardiano delle anime, vincitore efficace degli spiriti ribelli, fedele servitore nel palazzo del Re Divino, sii nostra guida e nostro condottiero. Tu che brilli di immenso splendore e di virtù sovrumane, liberaci da ogni male. Ricorriamo a te con piena fiducia. Assistici con la tua protezione, perché siamo sempre più fedeli al servizio di Dio tutti i giorni della nostra vita.

Prega per noi, glorioso San Michele, Principe della Chiesa di Gesù Cristo.
Perché siamo degni di ottenere le sue promesse.

Preghiera
Dio onnipotente ed eterno, ti adoriamo e ti benediciamo. Nella tua meravigliosa bontà, e con il misericordioso desiderio di salvare le anime del genere umano, hai scelto il glorioso arcangelo San Michele come principe della tua Chiesa. Ti supplichiamo umilmente, Padre celeste, di liberarci dai nostri nemici. Nell’ora della nostra morte, non permettere che alcuno spirito maligno ci si avvicini per pregiudicare la nostra anima. Dio e Signore nostro, guidaci attraverso questo Arcangelo. Fa’ che ci conduca alla presenza della Tua eccelsa e divina maestà. Te lo chiediamo per i meriti di Gesù Cristo Nostro Signore. Amen.

All’Augusta Regina del cielo e della terra, degli Angeli e dei Santi, nostra Patrona e Signora (recitata ogni giorno da san Padre Pio)

Tu che hai ricevuto da Dio il potere e la missione di schiacciare il capo a Satana, noi umilmente te lo domandiamo:manda le Legioni celesti, affinché ai Tuoi ordini perseguano i demoni, li combattano dovunque, reprimano la loro audacia e li sprofondino nell’abisso. “Chi è come Dio”? O buona e cara Madre! Tu sarai sempre il nostro amore e la nostra speranza. O divina Madre, manda i Santi Angeli per difenderci e per respingere lungi da noi, il crudele nemico. Santi Angeli ed Arcangeli, difendeteci e custoditeci. Per Cristo nostro Signore. Così sia.

ANGELO DI DIO
Angelo di Dio, che sei il mio custode,
illumina, custodisci, reggi e governa me,
che ti fui affidato dalla pietà celeste. Così sia.

ANGELE DEI
Angele Dei, qui custos es mei,
me tibi commissum pietate superna
illumina, custodi, rege et guberna. Amen.

Per chi volesse completare la Preghiera, arricchendola ulteriormente:

Veni, Creátor Spíritus,
mentes tuòrum vísita,
imple supérna grátia,
quæ tu creásti péctora.

Qui díceris Paráclitus,
altíssimi donum Dei,
fons vivus, ignis, cáritas,
et spiritális únctio.

Tu septifòrmis múnere,
dígitus patérnæ déxteræ,
tu rite promíssum Patris,
sermóne ditans gúttura.

Accénde lumen sénsibus,
infúnde amórem córdibus,
infírma nostri córporis
virtúte firmans pérpeti.

Hostem repéllas lóngius
pacémque dones prótinus;
ductóre sic te prævio
vitémus omne nóxium.

Per Te sciámus da Patrem
noscámus atque Fílium,
teque utriúsque Spíritum
credámus omni témpore.

Deo Patri sit glória,
et Fílio, qui a mórtuis
surréxit, ac Paráclito,
in sæculórum sæcula.

Croce Amen.

Vieni, o Spirito Creatore,
visita le nostre menti,
riempi della tua grazia
i cuori che hai creato.

O dolce consolatore,
dono del Padre altissimo,
acqua viva, fuoco, amore,
santo crisma dell’anima.

Dito della mano di Dio,
promesso dal Salvatore,
irradia i tuoi sette doni,
suscita in noi la parola.

Sii luce all’intelletto,
fiamma ardente nel cuore;
sana le nostre ferite
col balsamo del tuo amore.

Difendici dal nemico,
reca in dono la pace,
la tua guida invincibile
ci preservi dal male.

Luce d’eterna sapienza,
svelaci il grande mistero
di Dio Padre e del Figlio
uniti in un solo Amore.

Sia gloria a Dio Padre,
al Figlio, che è risorto dai morti
e allo Spirito Santo
per tutti i secoli dei secoli.

Croce Amen.

LITANIE DI S.MICHELE ARCANGELO

Signore, pieta’ Signore, pieta’
Cristo, pieta’ Cristo, pieta’
Signore, pieta’ Signore, pieta’
Cristo, ascoltaci Cristo, ascoltaci
Cristo, esaudiscici Cristo, esaudiscici
Padre celeste, che sei Dio abbi pieta’ di noi
Figlio redentore del mondo, che sei Dio abbi pieta’ di noi
Spirito Santo, che sei Dio abbi pieta’ di noi
Santa Trinita’, unico Dio abbi pieta’ di noi
Santa Maria, Regina prega per noi
S. Michele Arcangelo prega per noi
S. Michele Principe dei Serafini prega per noi
S. Michele Ambasciatore del Signore, Dio d’Israele prega per noi
S. Michele Assessore della SS. Trinita’ prega per noi
S. Michele Preposito del Paradiso prega per noi
S. Michele chiarissima stella dell’ordine angelico prega per noi
S. Michele Mediatore delle divine grazie prega per noi
S. Michele sole splendissimo di carita’ prega per noi
S. Michele primo modello di umilta’ prega per noi
S. Michele esempio di mansuetudine prega per noi
S. Michele prima fiamma di ardentissimo zelo prega per noi
S. Michele degno di ammirazione prega per noi
S. Michele degno di venerazione prega per noi
S. Michele degno di lode prega per noi
S. Michele ministro della divina clemenza prega per noi
S. Michele duce fortissimo prega per noi
S. Michele consolatore degli sfiduciati prega per noi
S. Michele Angelo di pace prega per noi
S. Michele consolatore dei malati prega per noi
S. Michele guida degli erranti prega per noi
S. Michele sostegno di coloro che sperano prega per noi
S. Michele custode di chi ha fede prega per noi
S. Michele protettore della Chiesa prega per noi
S. Michele dispensatore generoso prega per noi
S. Michele rifugio dei poveri prega per noi
S. Michele sollievo degli oppressi prega per noi
S. Michele vincitore dei demoni prega per noi
S. Michele nostra fortezza prega per noi
S. Michele nostro rifugio prega per noi
S. Michele nostro difensore prega per noi
S. Michele duce degli angeli prega per noi
S. Michele conforto dei Patriarchi prega per noi
S. Michele guida dei Profeti prega per noi
S. Michele guida degli Apostoli prega per noi
S. Michele sollievo dei Martiri prega per noi
S. Michele letizia dei Confessori prega per noi
S. Michele custode delle Vergini prega per noi
S. Michele onore di tutti i Santi prega per noi
  • Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo perdonaci, Signore
  • Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo esaudiscici, Signore
  • Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo abbi pietà di noi.
      • San Michele Arcangelo, difendici nella lotta, sii il nostro aiuto contro la malvagità e le insidie del maligno. Salvaci dalla perdizione eterna.

consacrazione a SAN MICHELE

Laudetur Jesus Christus