Vitam Ecclesia

RICORDA CHE:

Papa_Luciani0001Il Papa non è padrone della verità rivelata, ma il suo servitore. La Parola di Dio è sopra di lui, lo dirige, lo domina, NON È DOMINATA DA LUI A DIRE QUELLO CHE LUI VUOLE … Siamo dunque ben lontani dall’onniscenza papale, anche in materia di fede. È così poco onnisciente il Papa che, pur fidando nell’assistenza divina, prima di definire, è obbligato a studiare, a consultare e a sentire il pensiero della Chiesa. SE IL CONSENSUS ECCLESIAE NON È CAUSA DI INFALLIBILITÀ, E’ TUTTAVIA IL COMPAGNO DELLA DEFINIZIONE E, IN PRATICA, MAI SUCCEDE CHE VENGA DEFINITO UN PUNTO SU CUI NELLA CHIESA (di ogni tempo) NON CI SIA CONSENSO (cfr LG 25)”.
Albino Luciani (futuro Pontefice Giovanni Paolo I – 1978), da Note sulla Chiesa . Rivista diocesana di Venezia, dic.1974 (in difesa della decisione di Paolo VI con l’enciclica Humanae Vitae, a causa della quale si mise in dubbio il magistero infallibile del Pontefice) riportato in Il magistero di Albino Luciani, scritti e discorsi, Edizioni Messaggero pagg. 211/212

_MG_0329cc“Il Vescovo di Roma siede sulla sua Cattedra per dare testimonianza di Cristo. Così la Cattedra è il simbolo della potestas docendi, quella potestà di insegnamento che è parte essenziale del mandato di legare e di sciogliere conferito dal Signore a Pietro e, dopo di lui, ai Dodici. Nella Chiesa, la Sacra Scrittura, la cui comprensione cresce sotto l’ispirazione dello Spirito Santo, e il ministero dell’interpretazione autentica, conferito agli apostoli, appartengono l’una all’altro in modo indissolubile. Dove la Sacra Scrittura viene staccata dalla voce vivente della Chiesa, cade in preda alle dispute degli esperti. (…) Il Papa non è un sovrano assoluto, il cui pensare e volere sono legge. Al contrario: il ministero del Papa è garanzia dell’obbedienza verso Cristo e verso la Sua Parola. Egli non deve proclamare le proprie idee, bensì vincolare costantemente se stesso e la Chiesa all’obbedienza verso la Parola di Dio, di fronte a tutti i tentativi di adattamento e di annacquamento, come di fronte ad ogni opportunismo. (..) Il Papa è consapevole di essere, nelle sue grandi decisioni, legato alla grande comunità della fede di tutti i tempi, alle interpretazioni vincolanti cresciute lungo il cammino pellegrinante della Chiesa. Così, il suo potere non sta al di sopra, ma è al servizio della Parola di Dio, e su di lui incombe la responsabilità di far sì che questa Parola continui a rimanere presente nella sua grandezza e a risuonare nella sua purezza, così che non venga fatta a pezzi dai continui cambiamenti delle mode…” (Benedetto XVI – Omelia dalla Cattedra 7.5.2005)


ATTENZIONE: “A reti unificate” perché, insieme ai siti amici:  Corrispondenza RomanaStilum CuriaeChiesaepostconcilio, cronicasdePapaFrancisco….  “volentieri rilanciamo (e facciamo nostra) la dichiarazione pubblicata in queste ore da LifeSiteNews da mons. Athanasius Schneider, in merito alla discussa frase della dichiarazione firmata ad Abu Dhabi dal Pontefice e dal rettore dell’Università islamica del Cairo Al Azhar. Per intenderci: la frase in cui si attribuiva alla volontà divina l’esistenza della pluralità di fedi religiose. Ecco la dichiarazione…” (Marco Tosatti)

  • “Nessuna autorità sulla terra – nemmeno la suprema autorità della Chiesa – ha il diritto di dispensare qualsiasi seguace di un’altra religione dalla fede esplicita in Gesù Cristo, cioè dalla fede nel Figlio Incarnato di Dio e nell’unico Redentore degli uomini con l’assicurazione che le religioni differenti sono come tali volute da Dio stesso. Indelebili – perché scritte con il dito di Dio e cristalline nel suo significato – rimangono, tuttavia, le parole del Figlio di Dio: “Chi crede nel Figlio di Dio non è condannato ma chi non crede è già stato condannato, perché non ha creduto nel nome dell’unigenito Figlio di Dio” (Giov. 3, 18). Questa verità era valida fino ad ora in tutte le generazioni cristiane e rimarrà valida fino alla fine dei tempi, indipendentemente dal fatto che alcune persone nella Chiesa del nostro tempo così instabile, codardo, sensazionalista e conformista, reinterpretino questa verità in un senso contrario al tenore delle parole, spacciando con ciò questa reinterpretazione come continuità nello sviluppo della dottrina…”

CONTINUA A LEGGERE QUI

E QUI SEMPRE A RETI UNIFICATE LA DICHIARAZIONE DEL Cardinale Müller, su cosa è la vera Fede e la nostra Dottrina Cattolica, alla quale non possiamo rinunciare, o compromettere, o barattare.


ATTENZIONE – La vicinanza del Papa a causa del coronavirus: Messa da Santa Marta in diretta ogni giorno, clicca qui.


2020

 

“Responsum” CdF ad un dubbio sulla validità del Battesimo – 6.10.2020

Quando la Chiesa abbatte le proprie statue | di Mauro Visigalli

Sul Concilio: Radaelli ci propone degli obiettivi comuni da raggiungere…

La nuova moda di inginocchiarsi all’uomo, ma chi ha dato l’esempio?

“Io, vescovo nella Svezia senza Dio dove il silenzio evangelizza”

La santa spallata di Viganò al Vaticano II

Ricordando mons. Antonio Livi

Nuove tonteras, a quando la: “Solacium invasorum atque cooperativorum…” ??

Spagna, c’è un problema: il cattolico è in pericolo

(non disprezzate le profezie: 1Tess.5,20) “e vi sarà scisma nella Chiesa di Dio: saranno due i Pontefici..

Sulla questione del papato: Rinuncia Benedetto XVI. “Decuit, potuit, fecit.” Dio poteva farlo, quindi lo fece?

Benedetto XVI scrive su Giovanni Paolo II per il Centenario della sua nascita

Benedetto XVI: ultimo Papa d’Occidente?

Cardinale Sarah: «Basta profanazioni, non si tratta sull’Eucarestia»

«No alle Messe». La CEI raccoglie quello che ha seminato

Luci e tenebre a duello. Ne parlano per noi Aldo Maria Valli e mons. Bux

Mons. Viganò e Don Morselli avevano ragione: l’Esorcismo di Leone XIII si può fare

Il rito del Resurrexit nella domenica di Pasqua

Bergoglio come Giuda? “Tu l’hai detto”: l’atto di accusa di mons. Viganò.

Mons. Nicola Bux: Covid-19 Caso o Castigo?

ATTENZIONE: indulgenze e Triduo Pasquale 2020, per l’emergenza Covid-19

ECCEZIONALE Roberto de Mattei e la visione cattolica sulla nuova pandemia

IL NUOVO SINODO 2022 – Dialogo e azione: ciò che sinodalità non è (Stefano Fontana)

Lettera del Superiore generale (FSSPX) ai fedeli d’Italia

Caro Papa e Vescovi: perché vi siete arresi? (con aggiornamento positivo)

La paura che uccide e il coraggio che manca

Prof. Radaelli: Perché il Vaticano perderà la “guerra” contro il card. Zen

Cardinale Re, lei non sa di cosa parla. Firmato: Zen

Mons. Schneider e Don Morselli e la Comunione alla mano ma solo a determinate condizioni…

Libertatis conscientia: Il cristiano è chiamato ad agire secondo la verità

Quadragesimo Anno di Pio XI per la Dottrina sociale della Chiesa

Querida Amazzonia? Ecco dove si annida l’inganno….

Chi risponderà, nella Gerarchia, a questa domanda: “Chiesa cattolica dove vai?”

Mons. Negri a Benedetto XVI: lo smarrimento per i tempi tristi che viviamo…

Celibato sacerdotale? Per Bergoglio è il solito “sì, anche no, ma però…”

Card. Müller: “Ciò che essi al massimo tollerano è una chiesa senza Dio, senza la croce di Cristo e senza la speranza della vita eterna”.

Un Avvocato scrive a Lorefice: BASTA!! con questa fede contraffatta…

Dalla Pachamama a Gesù e Maria meticci. Quando si calpesta il Dogma, tutto è possibile.

A CHE GIOCO STANNO GIOCANDO? Benedetto XVI e il cardinale Sarah scrivono un libro in difesa del celibato sacerdotale, ma arriva la smentita… non smentita! Vedi qui.

Cosa ha detto la donna asiatica a Papa Francesco prima che la schiaffeggiasse?


ARCHIVIO 2019

ARCHIVIO 2018

ARCHIVIO 2017

ARCHIVIO 2016

ARCHIVIO 2015

ARCHIVIO 2014